Don Backy

Don Backy all’anagrafe Aldo Caponi nasce a Santa Croce sull’Arno in provincia di Pisa. Nel settembre del 1955 scrive “La storia di Frankie Ballan”, canzone che fa il giro degli ambienti musicali arrivando ad Adriano Celentano. Entra nel Clan e arrivano i successi: “Fuggiasco” (1962), “L'ombra nel sole” (1962), “Ho rimasto” (1963), “Cara” (1964), “Voglio dormire” (1965), “L'amore” (1965), “Serenata” (1966), “Poesia” (1967). Don Backy partecipa al Festival di Sanremo nel 1967 con “L'immensità”, come autore nel 1968 con “Canzone” interpretata da Adriano Celentano e Milva e “Casa bianca” interpretata da Ornella Vanoni e Marisa Sannia. Nel 1968 fonda la sua etichetta “Amico” con la quale pubblica i successi del Festival. Nel frattempo continua la fortunata attività di attore ne “I Sette Fratelli Cervi” (1967) di Gianni Puccini, poi interpreta “Banditi a Milano” (1968) di Carlo Lizzani, lavora nel “Satyricon” (1968) di Gigi Polidoro e in “Barbagia” (1969) di Carlo Lizzani. I due album “Rock & Roll” (1988) e “Finalmente” (1990) gli fanno riconquistare un ruolo di cantautore ispirato e originale. Nel 2010 esce il CD “Il mestiere delle canzoni” che dimostra con canzoni intense, umoristiche e brillanti l’assoluta versatilità di un autore forse unico in Italia.