Gianmarco Tognazzi

Figlio dell'attore Ugo Tognazzi e dell'attrice Franca Bettoja, si avvicina al mondo del cinema fin da piccolo. Recita a finaco del padre nel film del 1975 "Non toccare la donna bianca" di Marco Ferreri e nel 1985 in "Vacanze in America" di Carlo Vanzina. Quello che era iniziato come gioco si trasforma presto in professione portandolo a rivestire il ruolo di protagonista in "Sposerò Simon Le Bon" di Carlo Cotti nel 1986 e "Dancers" del 1987 di Herbert Ross. Si diploma all'Istituto di Stato per la cinematografia e la televisione "Roberto Rossellini". Il fratello Ricky lo dirige nel film "Ultrà" (1990) e insieme recitano in "Una storia semplice" (1991). Un importante momento della sua carriera è "I laureati", film d'esordio di Leonardo Pieraccioni nel 1995. Molte le pellicole dove recita con il collega e amico Alessandro Gassman come "Uomini senza donne", "Facciamo fiesta" di Longoni e "Lovest" di Giulio Base. Degna di nota l'interpretazione in "I giudici" (1999), ancora una volta diretto dal fratello. Inizia un nuovo millennio ricco di stimoli; "Cielo e terra" (2004) di Mazzieri, "Romanzo criminale" (2005) di Michele Placido, "Guido che sfidò le brigate rosse" (2006) di Ferrara, "Maledimiele" (2010) di Pozzi. E' sempre molto attivo in teatro ed in televisione, la fiction televisiva lo vuole nel film "Maria Montessori – una vita per i bambini" (2007) e nella serie "Il bene e il male" (2008).