Max Menetti

Max Menetti, diplomato chef con la passione per la cucina, cresce cesticamente nella pallacanestro reggiana facendo tutta la trafila dal minibasket fino ad arrivare capo allenatore della squadra che a tutti gli effetti l'ha formato. Giovanissimo a 24 anni fa la sua prima esperienza da vice allenatore professionista nel 1997 dove affiancando il suo maestro Dado Lombardi centra un'incredibile semifinale scudetto che rimane una delle piĆ¹ belle storie sportive italiane con l'allora Cfm. Dopo una parentesi di 4 anni nella squadra femminile dove centra una promozione dall'A2 al massimo campionato nel 2003 ritorna nell'amata Pallacanestro Reggiana con il ruolo di vice allenatore. Nel 2010 in un'annata incredibile a Max viene affidata la squadra sull'orlo della retrocessione in terza serie a 4 giornate dal termine, in quell'occasione nasce la favola sportiva e la definitiva consacrazione del coach Reggiano nel gotha del basket italiano. Salva la squadra dalla retrocessione, l'anno successivo vince il campionato di A2 vincendo anche il premio di miglior allenatore dell'anno e negli anni successivi centra cinque volte consecutivamente playoff e final eight di coppa Italia nella massima serie italiana, vince il primo trofeo europeo della storia del club con l'Eurochallange nel 2014, la supercoppa italiana nel 2015 e gioca due finali scudetto consecutive nel 2015 e nel 2016. Nel 2014 viene insignito del Premio Reverberi o Oscar del Basket, massimo riconoscimento del settore come miglior allenatore dell'anno.