Pinuccio Sciola

Pinuccio Sciola, scultore italiano di fama internazionale, nasce a San Sperate vicino a Cagliari. Studia arte a Cagliari, Firenze e presso l’Accademia Internazionale di Salisburgo, frequenta in Spagna l’Università della Moncloa. Conosce Kokoschka, Minguzzi, Vedova, Manzù, Fritz Wotruba e Henry Moore. È presente con le sue opere alla Quadriennale di Roma, a Barcellona, Parigi e Vienna. Vicino a Stoccarda, nel centro storico di Kirchheim Unter Teck, una sua scultura viene posata come prima pietra del Parlamento Europeo. Le sue opere fanno parte di collezioni pubbliche e private in tutto il mondo, sono presenti nei giardini pubblici di Arnhem nei Paesi Bassi, nel Parco del Castello di Hooidonk in Belgio, nel Palace Trianon di Versailles e nel Parco del Centro Kunst Project di Barndorf Bei Baden presso Vienna. Dal 1996 la sua ricerca personale sulle pietre, la loro natura intrinseca e le tecniche di incisione sperimentate lo portano verso la musicalità della pietra. Le sculture "pietre sonore" di Pinuccio Sciola vengono esposte in tutto il mondo e sono organizzati concerti in cui queste diventano veri e propri strumenti musicali; esse sono fonte di ispirazione per artisti, musicisti e compositori. Pinuccio Sciola ci ha lasciato il 13 maggio 2016 ma le sue opere continuano a vibrare con rinnovata energia.