Silvia De Maria

Silvia De Maria vent'anni fa ha perso in una sola volta ben 50 cm della sua altezza. Quindi ora la visuale del mondo è davvero molto diversa, strade, ombelichi, buche da evitare e ricercare lo sguardo degli altri alzando sempre il collo. Ma questa nuova altezza le ha regalato una seconda vita, nuove opportunità, nuovi amici, nuove città. Amante dello sport da sempre, il regalo ricevuto l'ha resa un'atleta paralimpica, partecipando a due paralimpiadi. Nel 2008 a Pechino praticando il tennis e poi nel 2012 a Londra con il canottaggio. Non ha medaglie al collo perché bisogna sempre fare i conti con gli avversari, quindi si impara anche a perdere stringendo la mano al più bravo. La paura blocca gli istinti vitali creando limiti e barriere, la conoscenza e i progetti fanno fare salti inimmaginabili. E Silvia ama saltare per volare anche solo per pochi secondi.